Etica

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Navigando questo sito, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla pagina della legislazione europea e clicca qui

Etica

utero in affitto2– Mirko De Carli, La Croce Quotidiano, 18 Dicembre 2015 –

Il Parlamento europeo ha votato un emendamento che chiede il divieto nei confronti di quella che più volte abbiamo definito sulle colonne de La Croce ‘maternità surrogata’.

P. G. CAutore Giovanni Cavalcoli OPavalcoli - © http://isoladipatmos.com/ - 18 maggio 2015

 

[…] e qui il discorso si può senz’altro allargare a coloro che aspirano ai primi posti anche nel campo della cultura, della scienza, della teologia, delle cariche ecclesiastiche. E qui abbiamo l’esplosione del farisaismo, triste deformazione della vita spirituale e della vocazione del teologo e del pastore, piaga che non risparmia nessun secolo della storia del cristianesimo, scandalosa invasione e soffocamento dello spirituale ad opera di interessi terreni più o meno peccaminosi, soprattutto di potere, di dominio, di efficienza, di prestigio, di successo. Qui è messa in opera l’astuzia più pericolosa e più vicina a quella del serpente della Genesi, perché, se quella del politico approfittatore danneggia o delude nei beni economici, quella del cattivo pastore, del falso profeta o del teologastro manda l’anima all’inferno.

 

Continua su Isola di Patmos

http://isoladipatmos.com/il-fine-non-giustifica-i-mezzi/

incontro-omosessualita-omofobiaMichele Canali

Milano ha incontrato Philippe Ariño, omosessuale e cattolico

«Ho orientamenti verso persone del mio stesso sesso ma prima di essere gay, sono una persona e soprattutto sono un figlio di Dio». Philippe Ariño è un uomo decisamente controcorrente. Basta ascoltare qualche sua parola per capire subito che in giro di voci così non se ne sentono. Ha 34 anni, è cresciuto in una famiglia cattolica, insegna spagnolo, ed è scrittore e blogger. A 17 anni dichiara la sua omosessualità e da quel momento si è sempre occupato di questo tema.

arton27384-17e08Stefano Fontana per la nuova Bussola Quotidiana 6 maggio 2014 www.lanuovabq.it


Questa sera, martedì 6 maggio, si tiene a Verona un incontro dedicato al Distributismo, organizzato dall’Osservatorio Cardinale Van Thuân, all’interno del ciclo di “Incontri di cultura politica cattolica” . Il titolo esatto suona così: “Un’economia a servizio della famiglia. La proposta distributista di Chesterton, Mc Nabb, Belloc e Medaille poco nota in Italia”. I tre relatori dell’incontro cercheranno di renderla un po’ più nota.

papa-giovanni-xxiii-pacem-in-terrisdi Peter Kodwo Appiah Turkson

  La Pacem in terris è il legato di Papa Giovanni XXIII a un'umanità anelante la pace. Il titolo ricorda l'inno cantato dagli angeli alla nascita di Gesù: "Gloria a Dio nel più alto dei cieli e pace in terra agli uomini che egli ama" (Luca, 2, 14). E proprio come il canto angelico limita l'esperienza della pace in terra agli uomini attraverso il genitivo restrittivo "che egli ama", così Papa Giovanni invoca la "pace in terra, anelito profondo degli esseri umani di tutti i tempi", subordinandola al "pieno rispetto dell'ordine stabilito da Dio". Ed è l'esposizione di questo ordine stabilito da Dio a tenere occupato Giovanni XXIII nell'enciclica. Infatti, sebbene la crisi missilistica a Cuba e la minaccia di un conflitto nucleare siano l'occasione più immediata per la sua promulgazione, l'enciclica non consiglia direttamente il disarmo nucleare o l'abolizione della guerra. L'argomentazione della Pacem in terris non conduce alla pace partendo dalla guerra, bensì dalla dignità umana e dalle relazioni.

Iscrizione Newsletter

Iscriviti

I vostri dati sono archiviati al solo scopo dell'invio di una newsletter di formazione politica. In ottemperanza al Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.196, per la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati presenti nel nostro archivio.

Se desideri cancellarti usa la stessa mail che hai usato per iscriverti